Campo invernale compagnia CROCE DEL SUD Venezia

“Si è sempre dato per scontato che Venezia è la città ideale per una luna di miele, ma è un grave errore. Vivere a Venezia, o semplicemente visitarla, significa innamorarsene e nel cuore non resta più posto per altro.”
È così che Peggy Guggenheim descrive Venezia e non possiamo darle torto!

La tradizione vuole che Venezia sia stata fondata nel 421 d.C. Molti veneti, per sfuggire ai goti che attraversarono il Veneto per andare a Roma saccheggiando e distruggendo tutto, si rifugiarono nella laguna, costruendo così questa città.
Dopo averla visitato per il lungo e il largo ormai conosciamo ogni suo calle, ogni suo canale, ogni suo ponte. Ognuno con la sua magia.
Abbiamo visitato Murano e assistito a 2 dimostrazioni sulla lavorazione del vetro nelle fornaci, siamo rimasti incantati dalla bellezza della chiesetta di Santa Maria dei Miracoli,  abbiamo visitato San Marco e passeggiato nella piazza in mezzo ai tanti piccioni. Siamo passati sul ponte dei sospiri,visitato le vecchie prigioni e fantasticato nel grande palazzo Ducale, siamo pure riusciti a vedere Venezia dall’alto della torre… splendida!
Abbiamo lasciato un desiderio attaccato all’albero dei desideri della villa di Peggy Guggenheim oggi organizzata a museo, dove abbiamo potuto apprezzare dei Picasso, Magritte, Dalì e Kandinsky (oltre alla sua tomba posizionata vicina alle tombe dei suoi tanti cagnolini).
Ed infine abbiamo giocato con l’accattivante libro “Venezia The Ruyi” che ci ha fatto scoprire la magica città tramite una sorta di caccia al tesoro:  sul finire del duecento Marco Polo torna dalla Cina con il Ruyi, il leggendario scettro trafugato all’imperatore Qubilai Khan. Dopo la sua morte, la Repubblica veneziana occulta il magico oggetto nella tomba del viaggiatore. Oggi tomba e scettro sono scomparsi. Un vecchio professore veneziano, Carlo Dolfin, ha trovato nel suo archivio di famiglia dei documenti essenziali al ritrovamento del Ruyi: il nostro compito è stato quello di aiutarlo nella ricerca, prima che cadesse in mani sbagliate...

Insomma ci siamo divertiti!!

Lascia un commento